Archivio mensile:gennaio 2011

Com’è bello quel Bambino

Canto tradizionale natalizio di Torre del Greco. Testo di Luigi Scognamiglio, musica di Vincenzo di Donna, armonizzazione ed elaborazione a 3 v.d. di Stefano Russo.

Eseguito nel Dicembre 2007 dal coro delle parrocchie Madonna delle Grazie e Santa Maria del Popolo (Torre del Greco, Napoli) diretto da Stefano Russo. Organista Antonio Sembiante. Leggi il resto di questa voce

I cento passi verso il 21 Marzo

Ciclo di iniziative anticamorra promosso ad Arzano (Na) da “Dal Basso”, “Movimento Viva”, “Legambiente” e “Associazione Culturale Idea”.

rete anticamorra

locandina

Marco Frisina. Un compositore fuori dallo star system

Tra i principali compositori italiani viventi va inserito un artista molto particolare e, per molti versi, fuori dagli schemi: Marco Frisina. Sacerdote, biblista, docente universitario, direttore dell’antica Cappella Musicale Lateranense, Rettore della chiesa di Santa Cecilia in Trastevere (Roma), è in primo luogo il principale autore italiano di musica liturgica. I brani da lui composti sono eseguiti in migliaia di parrocchie della penisola e, tradotti in diverse lingue, sono spesso eseguiti anche all’estero. Leggi il resto di questa voce

Gianni Celeste. Il giallo che avanza

Oggi si parla tanto di pericolo giallo e in effetti tale timore non è infondato. E non ci stiamo riferendo ovviamente all’invasione commerciale cinese ma all’inquietudine generata dal maglione di Gianni Celeste nel video de “L’infermiera di notte”. Leggi il resto di questa voce

Torre del Greco… qualche tempo fa

Sequenza di immagini di Torre del Greco tra la fine dell’800 e gli anni ’60. Uno sguardo sul passato e indirettamente una riflessione sul presente.

Noi canteremo gloria a te

“Noi canteremo gloria a te” dal Salterio Ginevrino (1551), eseguito dal Coro della Parrocchia Madonna delle Grazie, diretto da Stefano Russo, in occasione della rassegna corale in onore del Beato Vincenzo Romano, il 22 novembre 2009, festa di S. Cecilia, presso la Basilica Pontificia di S. Croce, Torre del Greco. Leggi il resto di questa voce

Emiliana Cantone. Quando la danza fa male all’amore

Emiliana Cantone ha un desiderio: passare un po’ di tempo con il suo amato.

A lei interessa solo questo, non le importa il fatto di essere in pigiama e pantofole e neanche il fatto che in giro ci siano gli operai (diversamente non si spiega l’impalcatura). Insomma vuole solo un po’ di pace per parlare con il suo lui.

Ma tutto ciò non le è possibile. C’è infatti una coppia di psicopatici che balla nel palazzo senza fermarsi mai. Ballano per le scale, sul pianerottolo… nell’ascensore! Povera Emiliana! Non bastano i genitori sospettosi, i vicini impiccioni, i passanti… ci mancavano pure i due ballerini! Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: