Archivio mensile:settembre 2011

Passione Tour, il concerto. Turturro e la musica napoletana, tra modernità e tradizione

Giovedì 15 Settembre è andata in scena la tappa napoletana di Passione Tour, il concerto che nasce dall’eccezionale docu-musical omonimo di John Turturro.

Un viaggio nella musica e nella cultura napoletana delle quali l’attore e regista italo-americano riconosce l’alto valore artistico, il peso della tradizione, il suo carattere internazionale insieme a tutte le sue contraddizioni.

Sul palco si sono alternati artisti di primo livello della scena napoletana e internazionale: Peppe Barra, Raiz, James Senese, Pietra Montecorvino, Misia e M’Barka Ben Taleb che hanno dato vita ad un importante estratto della musica partenopea “dalle origini ai giorni nostri”.

Chi voleva ascoltare le canzoni napoletane alla “vecchia maniera” sarà rimasto deluso: le musiche di Passione, almeno quelle “antiche”, non sono mai rese secondo le loro armonie e ritmi tradizionali.

Le voci dei cantanti, provenienti da varie parti del mondo, e gli arrangiamenti arricchiscono le melodie napoletane di sapori diversi, lontani nello spazio e che pure si percepiscono avere qualcosa in comune con la musica partenopea. Si ascoltano così classici della canzone napoletana che, senza perdere la loro originalità, vengono “shakerati” con elementi di tango, bossa nova, samba, ritmi mediorientali…

Tutto ciò però porta ad un’annosa considerazione: per rendere attuale la musica napoletana è necessario “svecchiarla” attraverso contaminazioni? Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: